Cookie Consent by Free Privacy Policy website HP Watermakers monta i suoi dissalatori di ultima generazione su due nuovi superyacht Gulf Craft
giugno 21, 2022 - Hp Watermakers

HP Watermakers monta i suoi dissalatori di ultima generazione su due nuovi superyacht Gulf Craft

  • - Una #partnership di successo di oltre 20 anni con il cantiere degli Emirati
  • - Majesty 100’ e Nomad 95’ SUV sono gli ultimi due #gulfcraft consegnati a inizio 2022, entrambi allestiti con i doppi dissalatori automatici #hpwatermakers SCD 260 RP Tronic in grado di produrre 320 l/h di acqua potabile
  • - La nuova sede #hpwatermakers a Dubai è ideale presidio commerciale e di assistenza post vendita in Medio Oriente

Era il 1999, il Dubai Boat Show di quell’anno fu l’occasione per #hpwatermakers di sbarcare negli Emirati a dare vita a una collaborazione con #gulfcraft che, sta crescendo sempre di più.

Majesty 100’ e Nomad 95’ SUV sono gli ultimi due #yacht del cantiere dotati dei dissalatori automatici #hpwatermakers SCD 260 RP Tronic, ma sono solo la punta dell’iceberg: infatti, sono ben 6 le unità di 100s in commessa e tutte saranno dotate delle macchine #hpwatermakers. Questo risultato sottolinea l'importanza di questa collaborazione, che sta crescendo con reciproca soddisfazione di entrambe le parti.

“I motivi del successo di questa collaborazione sono molteplici”, spiega #giannizucco, Co-founder di #hpwatermakers. “Sicuramente la soluzione che abbiamo sviluppato con i modelli SCD 260 RP Tronic, proprio quelli montati sui due #yacht recentemente varati, è stata vincente. La novità è di avere due dissalatori con le dimensioni di uno singolo. I vantaggi sono facilmente intuibili: con un ingombro di solo 1100x600x500 mm, in pratica quello di un dissalatore singolo, ne abbiamo due, quindi la certezza di far fronte a impennate di domanda di acqua potabile a bordo, ma anche la sicurezza che in caso di avaria uno funzioni sempre e la fornitura sia così garantita. Dimensioni compatte vuol dire una sala macchine più sgombra e anche il peso contenuto in 130 kg è un altro vantaggio innegabile. Ma siamo riusciti a fare anche meglio, infatti se l’HP Watermakers SCD 260 RP Tronic, il piccolo della gamma, ha una produzione di circa 320 l/h (2x160 l/h), il top di gamma che produce 1200 l/h è solo di 200 mm più alto a parità di dimensioni della base”.

A questo si deve anche aggiungere che i dissalatori automatici #hpwatermakers sono i primi totalmente compatibili con sistemi elettronici di bordo dei principali produttori come Raymarine, Garmin, Furuno, Simrad, B&G e Lowrance. Part-NET 1.0, e in seguito Part-NET 2.0, hanno fornito agli utenti finali un potente strumento per gestire l’intero sistema di desalinizzazione, in particolare le impostazioni di pressione, temperatura e salinità, comodamente dal plotter sul ponte, o anche da smartphone quando è disponibile una connessione Internet, senza necessità di intervento manuale. In particolare, Part-NET 2.0 ha aggiunto ulteriore flessibilità e funzionalità consentendo agli utenti finali di personalizzare facilmente i parametri in modo rapido e indipendente, senza alcun intervento da parte di #hpwatermakers.

In questi vent’anni di collaborazione tra il nostro cantiere e HP Watermakers”, dichiara #kostaschristodoulou, Chief Operating Office di #gulfcraft, “possiamo dire che #hpwatermakers ha sempre dato il massimo supporto sia nella customizzazione dei prodotti per le nostre esigenze, sia dal punto di vista qualitativo che dall’assistenza post vendita. Avere a bordo impianti completamente automatici dà la possibilità ai nostri clienti di fare acqua in piena sicurezza ed autonomia. La versatilità dei dissalatori #hpwatermakers li rende perfetti per il lussuoso Majesty 100, mentre l'ingombro compatto è l'ideale per la natura avventurosa del nostro SUV Nomad 95. Tutto sommato, gli #hpwatermakers aggiungono ulteriore valore sia ai Modelli Majesty che Nomad”.

HP Watermakers è partner di #gulfcraft da oltre vent’anni, ma conta anche più di vent’anni di presenza costante negli Emirati e in tutto il Medio Oriente. Presenza concretizzatasi recentemente con la creazione di un presidio commerciale e assistenziale a Dubai, che si aggiunge agli altri alle Maldive, Sud Africa e Fort Lauderdale in Florida, a individuare anche le aree di maggior presenza di #hpwatermakers che, non casualmente, corrispondono anche ai bacini a più alta densità di #yacht e maxi #yacht.

“La nuova sede a Dubai risponde a una serie di esigenze non solo legate alla collaborazione con Gulf Craft”, spiega #giannizucco, “ma all’esigenza di avere un vero e proprio hub logistico che coprisse una vasta area per noi commercialmente molto interessante che va dalle Maldive ai Paesi del Golfo. Quindi un punto vendita e di assistenza in una zona strategica, non dobbiamo infatti dimenticare che anche se la #nautica è il nostro core business, i dissalatori automatici #hpwatermakers trovano impiego anche su navi, piattaforme, chiatte di alloggio e di logistica e a terra in ville e resort. Oltre, ovviamente, a stringere ulteriormente il rapporto con #gulfcraft potendo garantire un servizio di assistenza tecnica direttamente in loco”.