logo nautica
nautica
settembre 09, 2016 - Floating Life

CCN e Floating Life progettano insieme “Commander” Explorer di 42,5m

CCN-Cerri Cantieri Navali con sede a Carrara e Floating Life, con sede in Svizzera, hanno unito le loro grandi expertise nel campo della costruzione navale, della gestione e progettazione di #yacht per dare vita ad un nuovissimo progetto di 42,50m.

L’imbarcazione in acciaio, rinforzato per la classe “Light Ice”, e sovrastruttura in alluminio nasce dallo scafo già testato del K40 sviluppato dallo Studio Sculli ed attualmente in costruzione presso il cantiere di Carrara.

Le linee esterne portano sempre la firma dello Studio Sculli e sono estremamente moderne ed aggressive grazie anche all’ampio utilizzo di vetrate che conferiscono all’imbarcazione un carattere attuale e grintoso. “Il disegno del C415 – spiega Sculli - è quello che definirei come “trasversale”, ovvero un compromesso tra diverse tipologie di #yacht, principalmente tra un explorer e uno #yacht tradizionale, moderno, con in più il desiderio di rappresentare elementi che potessero richiamare immediatamente e con incisività lo stile #ccn ”.

Il layout interno presenta spunti innovativi ed è studiato per offrire agli ospiti il massimo comfort grazie ad ampi volumi interni ed esterni, zone relax ed aree prendisole.

All’armatore è riservato un intero ponte che include, oltre alla suite armatoriale, anche una piscina privata a prua, mentre una seconda piscina a sfioro dedicata agli ospiti trova posto a poppa sul ponte superiore. Originale anche la distribuzione degli spazi sul ponte principale con la sala da pranzo a prua ed annesso salottino esterno. Pensato per esigenze diversificate, questo ponte presenta una grande versatilità: l’area a poppa occupata da un grande tender di 10m e dai water toys può, infatti, facilmente trasformarsi in una comoda zona conversazione.

Non mancano le aree benessere a cui è dedicata la poppa sul ponte inferiore che ospita 4 cabine. Un grande beach-club con bar e zona conversazione completano gli spazi relax per gli ospiti su questo ponte.

L’obiettivo delle lunghe crociere non viene trascurato neanche nella definizione delle zone dedicate all’equipaggio e della cucina, ampie e confortevoli.

Il bottom deck, percorribile da poppa a prora, è occupato dalle aree tecniche, cold room e lavanderia. Un accesso laterale permette il comodo rifornimento della cambusa di bordo.
Grande attenzione è stata dedicata agli aspetti “Green” di bordo mentre è allo studio anche una soluzione di motorizzazione bi-fuel.

Commander 415 è motorizzato con 2 motori CAT C32 ACERT che permettono una velocità massima di 15 nodi e 12 nodi di crociera. Pensato per le lunghe navigazioni il C415 offre la considerevole autonomia di 5.400 miglia alla velocità di crociera.

“L’esperienza di successo del M/Y K40 ci ha portato a studiare insieme a Floating Life questo nuovo progetto di cui siamo molto orgogliosi. E’ un’imbarcazione che presenta molti elementi di modernità ed innovazione – commenta Diego Deprati, AD di #ccn – e sono molto fiducioso che otterrà il giusto riscontro dal mercato”

Andrea Pezzini – AD di Floating Life – aggiunge - “Come per la Serie K da noi sviluppata, anche su questo progetto abbiamo concentrato la nostra attenzione sull’efficienza e la facilità di manutenzione degli impianti. Abbiamo condensato tutta la nostra esperienza come management sui maggiori aspetti richiesti dai clienti nei 16 anni di competenza in questo settore. Inoltre, abbiamo cercato di dare una multifunzionalità a questo progetto per navigare in ogni mare e condizione climatica. Con l’esperienza maturata grazie alla costruzione del M/Y K40, abbiamo confermato con #ccn l’affinità di obiettivi e l’attenzione sulla qualità del prodotto e l’etica e filosofia di lavoro verso il cliente.” 

News correlate

luglio 18, 2017
luglio 06, 2017
giugno 29, 2017